Cricut….quale scelgo?

Questa è una delle prime domande che ci si pone nel momento in cui accarrezziamo l’idea di acquistare un plotter da taglio.
E’ capitato anche a me, infatti prima di procedere all’acquisto circa un anno e mezzo fa, ho visionato innumerevoli tutorial e letto infinite recensioni.
Diciamo la verità, la macchina è stupenda e davvero versatile ma non possiamo dire sia economicissima.
Si tratta di un piccolo investimento, un salto nel buoio che giustamente prima di affrontare va ben ponderato.
La cosa peggiore è acquistare un prodotto e poi lasciarlo in un angolo inutilizzato (orrore!!)

Ma partiamo dal principio….la casa produttrice Cricut (marchio americano) propone diversi modelli sul mercato, nell’ultimo anno ha ampliato la gamma con plotter sempre più performanti, silenzioni e veloci.
Ad oggi abbiamo la possibilità di scegliere ben 3 tipologie diverse.

Iniziamo dalla piccola di famiglia, la Cricut Joy: design accativante e  piccole dimensioni, la rendono sicuramente la più gettonata. Se non si hanno ancora le idee chiare sull’utilizzo e si vuole un prodotto più economico ma comunque con buone prestazioni, la Joy è sicuramente la più adatta.

Intuitiva e semplice nell’utilizzo può essere adoperata con facilità anche da persone meno esperte.
Grazie alla lama di precisione  taglia più di 50 materiali diversi (ma attenzione…non il tessuto e nemmeno il feltro spesso, per via della lama non idonea)Anche il tappetino di supporto è molto particolare, lungo e stretto…adatto alle piccole dimensioni della macchina.
Ma c’è un ma..la Joy a differenza delle sorelle maggiori non prevede l’utilizzo di molteplici tipi di lame.
Questo vuol dire che la lama a punta fine (fornita in dotazione) sarà l’unica possibilità che avremo su questo tipo di plotter “casalingo” .

Abbiamo però la possibilità di inserire un secondo accessorio molto utile per la realizzazione di card o biglietti. Si tratta del pennarello per disegnare.
A differenza dei modelli più grandi che posseggono due alloggiamenti, sulla Joy ne troviamo soltanto uno. Perciò bisognerà prima disegnare, togliere il pennarello per inserire la lama e poi effettuare il taglio.
Nulla di complicato, fattibile cosa dite?

Subito dopo troviamo nella gamma di prodotti Cricut la versione Explorer Air 2 (che per la cronaca è quella che utilizzo personalmente).
Dalla casa madre viene definita come macchina adatta agli hobbisti e per chi pratica il fai da te.

Se volete il mio parere, ritengo sia un prodotto assolutamente performante.
Può tagliare più di 100 materiali diversi(cartoncini, vinile permanente e a trasferimento termico, carte glitterate, feltro, tessuto, sughero ecc…).
Ha ben due alloggiamenti uno per la lama che in questo caso può essere sostituita con le diverse versioni … punta fine, punta profonda, per tessuto e per trasferimento laminato (questo ultimo tipo di lama viene utilizzata con fogli di laminato per aggiungere un effetto decorativo).
In questo caso come nella versione più completa , si utilizzano tappetini 30×30 di diversi colori secondo la tipologia di materiale che dovrà essere lavorato.

Nel socondo alloggiamento si potranno inserire i pennarelli per la scrittura ed eventualmente anche lo stilo per cordonatura che altro non è che una specie di penna ma con la punta in ferro che permette di tracciare le linee di piegatura per biglietti , scatole ecc….

Si progetta tramite il software in dotazione Design Space, abbastanza intuitivo. Diciamo che non sono richieste particolari conoscenze informatiche. Con DS (Design Space) ci sarà la possibilità di scaricare immagini gratuite o nel caso abbonarsi per poter utilizzare la libreria di Cricut con più di 100.000 font, immagini e progetti sempre in continuo aggiornamento.

E per finire arriviamo alla Cricut Maker, la macchina professionale per eccellenza.
Sostanzialmente non si discosta molto dalla Explorer Air 2 se non fosse per questi dettagli:
Taglia oltre 300 materiali diversi.
Possiede un vano sul fronte della macchina dove poter alloggiare i propri dispositivi (tablet, cellulare, ecc) durante le operazioni di realizzazione di un progetto.
Possiede una vaschetta per contenere lame e utensili vari, molto più spaziosa.
Tutte differenze di poco conto, possiamo dirlo… ma teniamo presente che rispetto alla Explorer la Maker è più potente.
Infatti mentre la Explorer ha una profondità massima di taglio di 1,5 mm la Maker può arrivare anche a 2,4 mm utilizzando delle apposite lame ideate per lavori professionali.
In questo modo la Maker potrà tagliare, scrivere o incidere su diversi supporti anche molto particolari e rigidi come legno di balsa, truciolare, cuoio, pelle, similpelle ecc…

Anche in questo caso il software in dotazione è Design Space, scaricabile dal sito del produttore con possibilità di eventuale abbonamento.

In ultimo tutte e tre le tipologie hanno connettività Bluetooth!

Per dovere di cronaca ti dovrei informare sul fatto che a Giugno di quest’anno , Cricut ha lanciato sul mercato un nuovo modello di plotter , trattasi delle versioni Maker 3 ed Explorer 3 ancora più smart e veloci, ma soprattutto la grande novità è il fatto di non dovere più utilizzare i tappetini di supporto.
Ma questa è un’altra storia e magari capiterà di approfondire in altra occasione.

Spero che questo articolo ti possa avere chiarito un pochino le idee.
Ora la scelta spetta a te…lasciami un commento qui sotto, mi farebbe piacere conoscere la tua opinione al riguardo.
Se invece anche tu utilizzi una macchina Cricut, fammi sapere come ti trovi, sono curiosa!
Buona creatività….

 

 

Link utile: Sito ufficiale Cricut

4 Commenti

  1. Simona 9 Ottobre 2021 alle 08:09

    Ciao Sabi, articolo molto interessante per me che bramo di avere una Cricut per crearmi gli stickers da usare nel mio Bullet Journal 😍
    Con le tue info mi hai chiarito le idee, grazie 🤗
    Simona S.

    Rispondi
    1. Sabi 9 Ottobre 2021 alle 08:53

      Ne sono felice Simo, sarà il primo di una serie di approfondimenti nel campo dei plotter da taglio Cricut. Su Instagram ricevo sempre molti quesiti al riguardo e spero di poter essere d’aiuto. Non a caso qui sul blog ho anche creato una sezione dedicata a Cricut. Grazie mille!

      Rispondi
  2. Le creazioni_di_Francesca 9 Ottobre 2021 alle 11:31

    Grazie per la spiegazione, chiara e molto utile…Finalmente ho capito la differenza . Pima o poi ne acquisterò anche io una!

    Rispondi
    1. Sabi 10 Ottobre 2021 alle 14:22

      Grazie Francesca, ne sono felice. Personalmente mi ha totalmente cambiato il modo di lavorare.
      Io ne sono entusiasta!

      Rispondi

Lascia Un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *